Campo scuola vietato alla Fidal

19 Giugno 2019
(0 Voti)
Author :   La Nuova Sardegna - Roberto Spezzigu
Il Campo Scuola

Attrezzature indisponibili, spostate le gare di atletica. Il Comune: presto l’appalto per la gestione.

NUORO. Dopo appena un anno dal suo rientro nel circuito degli impianti di atletica isolani utilizzati per le manifestazioni importanti, il campo scuola nuorese Tommaso Podda ripiomba nell'incertezza della non agibilità sotto l'aspetto agonistico. Proprio nel fine settimana appena trascorso la Federazione di atletica leggera provinciale ha dovuto rinunciare, con spostamento delle gare a Oristano, a organizzare una importante manifestazione come i campionati sardi giovanili di prove multiple. Assegnati precedentemente a Nuoro dalla Fidal Sardegna, sono stati dirottati verso altre località e lo stesso si rischia di fare con varie altre manifestazioni già messe a calendario. A lanciare l’allarme è stata proprio la Fidal provinciale che, dopo aver più volte richiesto un intervento urgente e risolutorio sulla situazione del campo scuola nuorese all'amministrazione comunale attuale, di cui riconosce il merito di averlo reso nuovamente agibile e omologato per le manifestazioni agonistiche federali, ora è fortemente preoccupata per una situazione di stallo che non promette niente di buono. “Con molto rammarico come Comitato provinciale Fidal ci vediamo costretti a trasferire la sede delle manifestazioni provinciali e regionali di atletica, già previste e che erano state già assegnate al Campo comunale Tommaso Podda di Nuoro, ad altre sedi”, dice un laconico comunicato della Federatletica nuorese che continua: “Il problema riguarda sia lo stato di completo abbandono in cui versa l'impianto, che la mancanza delle attrezzature necessarie per il corretto svolgimento delle manifestazioni”.

«Con gli amministratori – spiega il presidente Gianni Diana – abbiamo fatto tanti incontri sperando, come promesso più volte, che tutto di sarebbe risolto ma dopo mesi nulla è cambiato. Ci era stato promesso che tutto si sarebbe risolto prima del 25 aprile, data in cui Nuoro ha ospitato il Trofeo delle Province. Anche in quell'occasione – continuano i dirigenti Fidal nuoresi – abbiamo dovuto fare i salti mortali facendoci prestare le attrezzature dai campi del circondario. Ancora oggi aspettiamo risposte dall'amministrazione comunale e siamo stati costretti alla dolorosa decisione di dover spostare le manifestazioni previste nel campo di Nuoro». Di ben diverso parere sulla situazione del Tommaso Podda l'assessora comunale allo Sport Rachele Piras: «Le attrezzature ci sono tutte. Sono ferme presso il fornitore perché stiamo preparando il bando di gara e il capitolato per l'affidamento del campo scuola Podda. Vogliamo che al nuovo gestore vincitore della gara vengano consegnate tutte le attrezzature nuove e in perfetto stato così che possa garantirne il corretto utilizzo. Proprio stamattina – specifica la Piras – abbiamo fatto una riunione con i funzionari e i dirigenti del comune e quanto prima verrà pubblicato il bando per la gara di affidamento del campo e della piscina di Farcana. La scelta di preservare le attrezzature nuove è legata – chiarisce Piras – alla cattiva gestione, e purtroppo lo devo dire, da parte delle società locali di atletica. Non sempre hanno fatto un buon uso delle stesse e sovente hanno avuto poco riguardo del campo scuola comunale». Alla domanda di chi attualmente gestisca l'impianto del Tommaso Podda, l’assessora risponde: «Attualmente l'impianto è in gestione al Comune ma vogliamo affidarlo quanto prima a un responsabile che risponderà di tutto compresa la manutenzione e il corretto utilizzo dell'attrezzature».

Leggi l'articolo originale

Leave your comment

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

La Federazione Italiana di Atletica Leggera (FIDAL) associazione senza fini di lucro con personalità giuridica di diritto privato, fondata nel 1898, è formata da tutte le società e associazioni sportive costituite ai sensi della normativa vigente che, senza scopo di lucro praticano, in Italia l’atletica leggera, ispirandosi al principio di democrazia e di partecipazione di chiunque in condizioni d’uguaglianza e di pari opportunità. (…) La FIDAL promuove, organizza, disciplina e diffonde la pratica dell’atletica leggera in armonia con le deliberazioni e gli indirizzi del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, confederazione delle Federazioni Sportive Nazionali, (CONI), del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) e della Federazione Internazionale di Atletica Leggera (IAAF). Leggi lo Statuto Federale

 

Top
Questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento delle pagine; NON sono utilizzati cookie di profilazione finalizzati all'invio di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in Rete. Il sito web consente l'invio di cookie di terze parti (tramite i social network). Clicca su "More Details" per accedere all'informativa estesa, per leggere le informazioni sull'uso dei cookie e su come scegliere quale cookie autorizzare. Cliccando sul tasto "X" o proseguendo nella navigazione, si acconsente all'uso dei cookie. More details…